An error has occurred

6 - Camping e canyoning "american style" sui Monti Azzurri - Milleweekend: Il bello dell'Italia in 1000 Tappe

6 - Camping e canyoning "american style" sui Monti Azzurri

C’è un lago blu tra i Monti Azzurri. Nascosto, come ogni gioiello che si rispetti, incastonato in una vallata nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. C’è un paesino sulle rive del lago e una passeggiata che porta col cuore in California. Ci sono montagne tutto intorno con altipiani dove camminare e impervie creste a fare da cornice. C’è il verde in primavera e la neve d’inverno. E per concludere la vacanza non può mancare un borgo Medioevale e un panino ciauscolo e pecorino. Perché in questo weekend c’è sì un po’ di Trentino e tanta voglia di montagna, ma siamo pur sempre nelle Marche!

Sabato – Un tuffo a Fiastra e una camminata alle Lame Rosse

Mattina

Il lago di Fiastra sembra dipinto ad acquerelli quando sbuca dietro a un tornante mentre scendi verso valle. E’ difficile dire cosa sia più bello quassù: l’acqua col suo azzurro omogeneo e “spesso”, che non vedi il fondo, o l’esplosione della natura tutto intorno che fa subito “sabato di pic nic sull’erba e pisolino sotto un albero”! Un paesaggio che non ha nulla da invidiare ad alcuni scorci di Trentino o Val D’Aosta, ma dal sapore diverso: montagne più basse, verdissime e dolci. Nella bella stagione i bagnanti e le canoe non mancano. Le acque del lago hanno la temperatura ideale per lunghi bagni estivi e nella frazione di San Lorenzo al Lago camping attrezzati, bar e trattorie offrono tutto quello che serve per trascorrere due giorni tra tenda e natura. Ideale anche per famiglie con bambini alle prime esperienze di campeggio!

Pomeriggio

Risultati immagini per lame rosseSe la mattinata è in riva al lago, tra un tuffo e il relax all’ombra delle piante, il primo pomeriggio, col sole già basso, si parte alla scoperta di uno dei più bei canyon dell’Italia centrale: le Lame Rosse. Un luogo fiabesco, che si raggiunge con un’oretta e mezza di camminata partendo dalla diga, su un sentiero facile e segnalato, in gran parte sotto l’ombra del bosco. I pinnacoli e gli anfratti creati dall’erosione del vento sono uno spettacolo unico che sembra fuori luogo per questa zona: molto più simile ai canyon americani, ma per questo ancora più mozzafiato!

Domenica – Salita a Bolognola e discesa a Sarnano

Mattina

Spostandosi con l’auto nel cuore del Parco si arriva a Bolognola e Pintura. Poche case, per lo più disabitate, ma punto di partenza di moltissime passeggiate. Dai Piani di Ragnolo al sentiero che porta in cresta seguendo la strada verso il rifugio del Fargno, fino alla passeggiata più “turistica” alla fonte dell’aquila. Consultando il sito web o visitando la casa del Parco è possibile ottenere tutte le informazioni sugli itinerari escursionistici più adatti al vostro livello o partecipare ad escursioni organizzate (d’inverno a anche con ciaspole!).

Risultati immagini per piani di ragnolo
Pomeriggio

Potete trascorrere tutta la giornata immersi nella natura, altrimenti alle porte del Parco, Sarnano è uno dei castrum medievali più belli e meglio conservati della zona. Campanili e palazzi su più livelli svettano dalle mura della città e da un tuffo nelle acque blu dei Sibillini si passa a uno nel suo passato. Tra vie in salita, piazzette e scorci sulle montagne ci si innamora perdutamente di questo classico borghetto marchigiano. E poi è impossibile non lasciarsi tentare dalle numerose norcinerie e lasciare questi luoghi senza aver assaggiato il famoso ciauscolo! Un panino e siamo (quasi) pronti per tornare alla vita reale!

Risultati immagini per sarnano

Print Friendly, PDF & Email

Information

Find More